Le Attività

Il Faro realizza attività di formazione, orientamento e accoglienza.
 
Formazione
FORMAZIONE
La Fondazione realizza corsi di formazione professionale completamente gratuiti e facilita l’inserimento lavorativo dei beneficiari, giovani italiani e stranieri in condizioni di disagio socio-economico.
Ciascun corso ha una durata media di due mesi e prevede lezioni finalizzate all'acquisizione in breve tempo di conoscenze, competenze e abilità facilmente spendibili sul mercato del lavoro.
La formazione ha un taglio pratico e si svolge nei laboratori  attrezzati del Faro, secondo il metodo consolidato dell’apprendimento per esperienza diretta (learning by doing). Al corso può fare seguito una ulteriore breve fase di formazione on the job in azienda.
Le proposte formative sono elaborate e costantemente aggiornate in funzione delle richieste espresse dalle imprese e dalle principali associazioni di categoria del territorio.
Il Faro in poco più di 10 anni di attività ha realizzato oltre 200 corsi totalmente gratuiti per i suoi allievi, formando più di 2.500 nuovi artigiani, di cui più della metà ha trovato lavoro entro pochi mesi dalla conclusione della formazione.
Ogni anno più di 200 giovani imparano un mestiere grazie alla Fondazione.
 
OrientamentoORIENTAMENTO
Il Faro realizza attività di orientamento al lavoro e di coaching rivolte ai propri allievi, al fine di valorizzarne le capacità e le attitudini personali e di facilitarne così l’inserimento lavorativo.
Fornisce gli strumenti di base necessari per compilare con efficacia il curriculum vitae e una lettera di presentazione, per rispondere in modo adeguato a un’offerta di lavoro e sostenere con sicurezza un colloquio di lavoro.
Valorizza inoltre le soft skills dei propri beneficiari, attraverso l’attivazione di percorsi di empowerment individuali e di gruppo.
 
ACCOGLIENZA
La Fondazione gestisce progetti di accoglienza, in collaborazione con la Croce Rossa Italiana e con il Centro Astalli, rivolti a persone vulnerabili e in condizione di grave disagio.
Negli ultimi anni il Faro ha ospitato:
 
  • nel 2000 16 ragazzi provenienti dall’Albania;
  • nel 2009 53 persone di nazionalità marocchina che avevano perso la casa in un incendio;
  • nel 2010 26 haitiani - in maggioranza bambini - giunti in Italia per svolgere cure specialistiche nelle strutture mediche del Paese;
  • a partire dal gennaio 2010 il Faro ha accolto 40 giovani richiedenti asilo e rifugiati di nazionalità afghana – che avevano trovato riparo nei pressi della Stazione Ostiense – nell’ambito del programma “Emergenza freddo” del Comune di Roma;
  • dal 2014 il centro di accoglienza notturna gestito in collaborazione con il Centro Astalli è stato trasformato in una struttura aperta 24 ore al giorno e inserita nella rete SPRAR. Attualmente ospita 35 richiedenti asilo e titolari di protezione internazionale di diversa nazionalità, spesso protagonisti di progetti integrarti di accoglienza, formazione linguistica e professionale;
  • dal 2015 il Faro accoglie, in collaborazione con la Croce Rossa Italiana, 22 minori stranieri non accompagnati.
CONDIVIDI