La Carta Qualità

 

CARTA DI QUALITA’ DELL’OFFERTA FORMATIVA

 

LIVELLO STRATEGICO - Politica della qualità

 

La Fondazione Il Faro pone come obiettivo primario il perseguire la mission, i principi e i valori definititi nello Statuto nella piena soddisfazione di tutte le parti interessate.

Nell'espletamento della propria attività la Fondazione si impegna a "fare qualità" puntando al costante miglioramento dei servizi e dei processi e alla patrimonializzazione delle conoscenze,anche quelle derivate dalla molteplicità delle culture degli allievi con cui opera.

 

La Fondazione coinvolge e responsabilizza tutto il personale nella attenta gestione delle problematiche legate alla qualità.

Tale politica di coinvolgimento e responsabilizzazione sarà in particolare adottata nel raggiungimento dei seguenti obiettivi:

Ottimizzare l’erogazione quali-quantitativa dei servizi in relazione alle risorse finanziarie disponibili

Utilizzare docenti di elevato standard di affidabilità

Erogare servizi formativi conformi alle specifiche richieste da ogni singola professione, nei tempi, nei modi e nel rispetto dei budget assegnati

Utilizzare personale interno ed esterno professionalmente adeguato e competente

Prevenire le difficoltà ed agire tempestivamente ed efficacemente per correggere gli errori ed evitare il ripetersi degli stessi

Massimizzare la soddisfazione degli Allievi e dei Committenti.

Perseguire il miglioramento continuo dei servizi e dei processi

 

La Direzione assume un ruolo attivo nella sensibilizzazione, organizzazione, aggiornamento e coordinamento delle funzioni interne ed esterne che concorrono al continuo miglioramento della qualità assicurando le risorse umane e le attrezzature necessarie.

Gli obiettivi misurabili della qualità vengono di volta in volta stabiliti nell'ambito dei periodici riesami della qualità da parte della Direzione e comunicati al personale coinvolto unitamente alla definizione di idonei strumenti che consentano di monitorare gli obiettivi stessi e dare evidenza documentale dei livelli raggiunti.

 

LIVELLO ORGANIZZATIVO – Informazioni generali sui servizi formativi offerti

 

I servizi formativi offerti dalla Fondazione Il Faro sono definiti all’interno della mission prevista dallo statuto, segnatamente nella attivazione di iniziative di orientamento e di formazione volte a facilitare l’inserimento al lavoro di giovani in difficoltà.

Si tratta dunque di servizi di orientamento e di servizi formativi prevalentemente sviluppati nelle aree professionali che consentono una immediata spendibilità sul mercato del lavoro e non richiedono -a livello di formazione di base- né prerequisiti di livello elevato, né tempi eccessivamente lunghi per l’acquisizione delle competenze necessarie.

In questo scenario e per queste finalità la Fondazione si è dotata di aule, laboratori e attrezzature finalizzati a formare figure professionali di base sia nell’area della ristorazione (pizzaiolo, panificatore, gelataio, pasticcere, barista, cameriere) sia nell’area dell’artigianato tecnico (falegname, idraulico, tappezziere, sarto, serigrafi, parrucchiere, elettricista, magazziniere, giardiniere, ecc. ).

Trattandosi di una impostazione “a priorità di beneficiari”, i committenti sono identificabili:

  • nelle strutture che ospitano e/o seguono giovani in difficoltà
  • nelle istituzioni pubbliche o private che mettono a disposizione o a bando finanziamenti finalizzati all’orientamento e alla formazione
  • nei beneficiari stessi qualora direttamente prendano contatto con la Fondazione per richiedere servizi di orientamento o di formazione

Più in particolare i beneficiari hanno le seguenti caratteristiche:

  • Eta’ compresa tra i 17 e i 27 anni
  • Regolarità delle stato giuridico (Permesso di soggiorno -se stranieri- e documento d’identità se italiani)
  • Adeguata conoscenza della lingua italiana (se stranieri)
  • Idoneità fisica allo svolgimento dell’attività di laboratorio
  • Stato di reale difficoltà (condizioni socioeconomiche difficili e particolari)
  • Motivazione ad apprendere il mestiere e a trovare un’occupazione

I servizi formativi offerti perseguono i seguenti obiettivi privilegiando per ciascuno di essi le strategie evidenziate:

Obiettivi

Strategie

Portare a conoscenza i potenziali beneficiari delle opportunità formative offerte

  1. Mantenere stabilmente i contatti con le realtà che sul territorio si occupano di giovani in difficoltà (case famiglia, centri di accoglienza, associazioni di immigrati, ecc.) e sociali in genere) e informarle tempestivamente delle opportunità formative che la Fondazione offre
  2. Pubblicizzare le opportunità formative della Fondazione anche mediante i mezzi di comunicazione di massa e affissioni mirate
  3. Organizzare momenti di presentazione delle attività a referenti istituzionali (scuole, istituti professionali etc); 

Orientare

  1. Favorire la conoscenza di sé e delle proprie potenzialità
  2. Trasferire abilità progettuali con strumenti adeguati (questionari ad hoc, etc)
  3. Educare alla capacità di scegliere e decidere il proprio futuro responsabilizzando le persone
  4. Informare le persone da orientare sull’offerta formativa e sugli agenti di formazione esistenti sul territorio e sulle modalità di accesso al sistema 

Formare professionalmente

  1. Selezionare docenti preparati ed adeguati
  2. Trasmettere le tecniche principali del mestiere scelto;
  3. Insegnare l’utilizzo di impianti e attrezzature
  4. Informare sulle norme legislative del settore di attività, controllandone l’applicazione già durante lo svolgimento dell’attività formativa
  5. Far acquisire i concetti economici di base inerenti al settore Innovare costantemente le tecniche didattiche utilizzate;
  6. Richiedere alle aziende del settore supporti multimediali come ausilii didattici.
  7. Prevedere lo stage come tappa obbligata prima dell’inserimento in azienda;
  8. Utilizzare adeguati strumenti di valutazione (in itinere e finali) 

Formare un “habitus” comportamentale

  1. Favorire la cultura della tolleranza e della solidarietà
  2. Favorire l’integrazione
  3. Rafforzare l’autostima
  4. Stipulare un patto formativo con l’allievo
  5. Sviluppare una coscienza critica ed etica 

Inserire nel mondo del lavoro gli allievi formati

  1. Individuare profili  professionali richiesti dal mercato
  2. Mantenere un costante collegamento con  le imprese dei settori legati alle figure formate
  3. Organizzare già durante i corsi momenti di incontro tra gli allievi e i rappresentanti del mondo del lavoro
  4. Aiutare i ragazzi a predisporre curriculum vitae adeguati 

Le risorse professionali

La Fondazione IL FARO si avvale di risorse professionali, interne ed esterne, selezionate in base alle loro competenze ed esperienze.

Le risorse professionali più caratterizzanti e incidenti sulla qualità dell’offerta formativa sono i docenti e i tutor; tali risorse sono selezionate in base ai seguenti parametri:

Docenti

Conoscenze tecniche

  • Conoscenza delle tecniche della disciplina ed esperienza adeguata
  • Conoscenza del contesto di mercato in cui la figura professionale si colloca
  • Conoscenza del contesto normativo cui la figura professionale fa riferimento

Capacità Relazionali

  • Capacità di comunicazione
  • Capacità didattica
  • Capacità di instaurare un clima sereno e di rispetto reciproco (soprattutto in  presenza di ragazzi di diverse etnie e religioni)
  • Capacità ed interesse ad ascoltare le richieste e a comprendere i bisogni dell’allievo

Caratteristiche personali

  • Cura della persona e dello spazio didattico assegnato
  • Passione per il  proprio mestiere
  • Proattività nella risoluzione dei problemi

Tutor

Conoscenze tecniche

  • Conoscenza della psicologia degli stranieri
  • Conoscenza della normativa relativa al soggiorno degli stranieri
  • Conoscenze informatiche di base
  • Conoscenza lingue straniere (preferenziale)

Capacità Relazionali

  • Capacità di comunicazione
  • Capacità ed interesse ad ascoltare le richieste e a comprendere i bisogni dell’allievo
  • Capacità a lavorare in team

Caratteristiche personali

  • Cura della persona
  • Motivazione al lavoro sociale
  • Flessibilità
  • Proattività nella risoluzione dei problemi

Le risorse logistico strumentali

RISORSE LOGISTICHE

RISORSE STRUMENTALI

AMBIENTI LIVELLO - 1

MQ

ATTREZZATURE

Disimpegno

             33,00

 

Spogliatoio grande

              29,70

 

Spogliatoio uomini

                4,00

 

Spogliatoio donne

                7,30

 

Servizi igienici uomini

              11,30

 

Servizi igienici donne

              11,30

 

Servizi igienici uomini

              13,10

 

Servizi igienici donne

              13,10

 

LAB. Scuola cucina

              47,90

Cucina attrezzata con quattro postazioni complete + frigoriferi, tritacarne, planetaria

Magazzino

              32,50

 

LAB. Pasticceria

              47,25

Sfogliatrice, forno elettrico, lievitatore, planetaria, frigorifero

LAB. Cioccolateria

              44,70

Abbattitore, 2 temperatrici, frigorifero, raffinatrice

LAB. Pizzeria

              71,20

2 forni elettrici, 2 impastatrici, frigorifero, formatrice, spezzatrice

LAB. Gelateria

              33,10

Frigoriferi, mantecatore, pastorizzatore

Spogliatoio uomini B

              23,40

Armadietti individuali

Spogliatoio donne B

              24,00

Armadietti individuali

Lavanderia

              68,70

Mangano, ferro da stiro, 2 lavatrici industriali, 1 lavatrice domestica

LAB. Cucina B + sala dimostrazione

              72,45

Cucina completa con due postazioni, due forni, microonde, frigorifero, lavastoviglie

AMBIENTI LIVELLO 0

MQ

ATTREZZATURE

Atrio

              35,30

 

Informazioni

              10,30

 

Centralino

                4,20

Centralino

Disimpegno

              52,10

 

Sala Attesa

              34,50

 

Servizi igienici

              15,40

 

Servizi igienici

                9,80

 

Service del bar

              16,30

Frigorifero, lavastoviglie, lavandino

LAB. Bar

            211,80

Bancone attrezzato completo di due macchine per caffè e lavastoviglie + spremiagrumi, frullatore (60 posti a sedere)

Aula grande

              57,50

 

Ufficio

              22,50

 

Sala attesa

              12,00

 

Servizio igienico

                4,30

 

Segreteria

              22,00

 

Aula

              55,20

 

Infermeria

              22,00

Lettino, armadietto medico, KIT pronto soccorso

Servizi igienici

              15,30

 

Servizi igienici

                5,70

 

Aula magna

              90,50

 

Aula riunioni

              44,30

 

Ufficio

              25,70

 

Biblioteca-Sala lettura

            106,00

Impianto stereo

Spazio fotocopie

                8,20

 

Ufficio

              19,80

 

Segreteria

              23,20

 

Ufficio

              23,10

 

Servizio igienico

                3,80

 

Ufficio

              22,00

 

Ufficio

              20,50

 

Sala multifunzionale (84 posti)

            142,50

Videoproiettore collegato a PC, impianto audio, decoder, VHS, DVD, palco, schermo bianco

AMBIENTI LIVELLO +1

MQ

ATTREZZATURE

LAB. Linguistico

              68,50

Lavagna luminosa + Lavagna + Impianto riproduzione audio

LAB. Serigrafia

              66,60

Macchina per stampa a caldo, attrezzatura completa per serigrafia

LAB. Informatica

              66,50

15 postazioni PC complete + videoproiettore

LAB. Idraulica/elettricità

              66,60

Cavalletti, impianti didattici, quadri elettrici

LAB. Sartoria

              66,60

Macchine da cucire e attrezzatura didattica

LAB. Tappezzeria

              67,80

Attrezzatura specifica

Servizi igienici

              21,50

 

Servizi igienici

              11,50

 

LAB. Falegnameria

              70,00

Combinata, tornio, sega a disco, attrezzatura didattica completa

Ufficio

              20,60

 

Preghiera islamica

              20,00

 

Magazzino

              16,40

 

Ripostiglio

              11,90

 

LAB. Serigrafia-2

              15,60

Essiccatrice e attrezzatura pulizia tele

Servizi igienici

              18,10

 

LAB. Parrucchiere

              21,50

Attrezzatura didattica completa (due postazioni/10 allievi)

Servizi igienici

              13,60

 

La Fondazione IL FARO si impegna a consegnare la documentazione relativa alle caratteristiche del servizio formativo, alle modalità di accesso e di valutazione finale, al valore assunto in esito alla valutazione positiva.

LIVELLO OPERATIVO

Fattori di qualità

Indicatori

Standard di qualità

Strumenti di verifica

Fattori di qualità

Indicatori

Standard di qualità

Strumenti di verifica

Quantità offerta formativa

Numero di corsi

12 corsi annui

Scheda corso

Definizione dell’offerta formativa

Coerenza con la domanda del mercato

Almeno l’80% dell’offerta totale

Pubblicazioni on line

Ricchezza dell’offerta formativa

Diversità delle tipologie

6 tipologie diverse

Scheda corso

Comunicazione dell’offerta formativa

Numero destinatari a comunicazione diretta

120 destinatari specifici

Scheda corso

Partecipazione alle selezioni

Numero dei candidati

300 candidati

Verbali selezioni

Fruizione dei corsi

Numero dei fruitori

150 fruitori

Scheda corso

Presenza ai corsi

Percentuale di presenza degli allievi alle lezioni

80% di presenza media

Registro corso

Regolarità di erogazione

Percentuale di lezioni regolarmente erogate

95% delle lezioni previste

Registro corso

Esito dei corsi

Percentuale di allievi che hanno superato il corso

80% di esito positivo

Scheda corso

Gestione dei disservizi e delle disfunzionalità

Numero di segnalazioni

< 2 per ogni corso erogato

Moduli di segnalazione

Esito delle segnalazioni

> del 80% delle ammissibili risolte o superate

Scheda di gestione

Soddisfazione dei beneficiari

Percentuale di soddisfazione

70% di soddisfazione

Modulo di soddisfazione dei beneficiari

Esito occupazionale

Percentuale esito

50% esiti positivi

Modulo di rilevazione esiti occupazionali

Miglioramento progressivo

Incremento degli standard di qualità

Incremento del 2% annuo sullo standard dell’anno precedente

Scheda monitoraggio standard di qualità

LIVELLO PREVENTIVO – Dispositivi di garanzia e tutela di committenti e beneficiari

Gestione dei reclami (disservizi e disfunzionalità)

I beneficiari possono segnalare disservizi e disfunzionalità attraverso un apposito modulo

Le segnalazioni vengono gestite e risolte nel modo più opportuno

Una scheda consente la tracciabilità della gestione e dell’esito delle azioni correttive

Questionario di soddisfazione (BENEFICIARIO-COMMITTENTE)

Ai beneficiari e ai committenti viene chiesta la compilazione di un questionario di soddisfazione il cui contenuto è monitorato annualmente

Web

Il web-site riporta gli elementi fondamentali dell’offerta formativa e le condizioni di accesso ai corsi

Bacheca

Gli elementi fondamentali dell’offerta formativa e le condizioni di accesso ai corsi sono disponibili al pubblico sulla bacheca informativa presso la sede

Segreteria informativa

Gli elementi fondamentali dell’offerta formativa e le condizioni di accesso ai corsi possono essere richieste telefonicamente o per e-mail alla segreteria informativa

CONDIZIONI DI TRASPARENZA

Validazione da parte della Direzione

La Direzione valida tutte i documenti relativi alle strategie organizzative, al coordinamento delle risorse, ai rapporti con la committenza e alle relazioni con i media

Validazione da parte del Responsabile del processo di gestione della qualità

Il Responsabile del processo di gestione della qualità valida tutte i documenti relativi al monitoraggio dei processi e degli standard previsti, alla gestione dei reclami e della soddisfazione dei beneficiari. Cura inoltre la produzione e gli aggiornamenti della modulistica.

Modalità di diffusione al pubblico

La diffusione al pubblico dell’offerta formativa e delle condizioni di accesso avviene in piena trasparenza in modalità multicanale: web, bacheca, segreteria informativa

Modalità di revisione periodica

La revisione periodica dei funzionamento dei processi, dell’andamento dell’offerta, del raggiungimento degli obiettivi e della adeguatezza degli strumenti avviene con cadenza semestrale.

DESCRIZIONE DELLE ATTIVITA’ DEI RESPONSABILI POSTI A PRESIDIO DEI PROCESSI

Attività previste per il responsabile del processo di Direzione

  • Definizione di strategie organizzative, commerciali e standard del servizio
  • Coordinamento delle risorse umane, tecnologiche, finanziarie e organizzative
  • Supervisione della manutenzione e mantenimento del servizio
  • Gestione delle relazioni e degli accordi con la committenza
  • Valutazione e sviluppo delle risorse umane

Attività previste per il responsabile dei processi economico-amministrativi

  • Gestione contabile degli adempimenti amministrativo-fiscali
  • Controllo economico
  • Rendicontazione delle spese
  • Gestione amministrativa del personale
  • Gestione amministrativa di risorse finanziarie pubbliche nel settore della formazione, dell’educazione e dell’orientamento

Attività previste per il responsabile del processo di analisi e definizione dei fabbisogni

  • Diagnosi generale (nazionale) dei fabbisogni di figure e competenze professionali
  • Diagnosi specifica (regione) di bisogni professionali e formativi in settori, sistemi produttivi territoriali e imprese
  • Analisi individuale dei bisogni formativi e di orientamento

Attività previste per il responsabile del processo di progettazione

  • Progettazione di massima, esecutiva e di dettaglio di un’azione corsuale
  • Progettazione di percorsi individualizzati nel settore della formazione, dell’educazione e dell’orientamento

Attività previste per il responsabile del processo di erogazione dei servizi

  • Pianificazione del processo di erogazione
  • Gestione delle risorse umane, tecnologiche e finanziarie del processo di erogazione
  • Gestione delle relazioni e degli accordi con la committenza
  • Monitoraggio delle azioni o dei programmi
  • Valutazione dei risultati ed identificazione delle azioni di miglioramento nel settore della formazione, dell’educazione e dell’orientamento
Parole Chiave: 
CONDIVIDI