IL SOGNO DI PINKY, UN TRAGUARDO RAGGIUNTO CON CORAGGIO

13-07-2016
Dall’India al Faro: la testimonianza di Pinky, allieva parrucchiera del corso di Paolo Faina. “Ringrazio il mio professore più di tutti per la fiducia e il coraggio che mi ha donato in ogni istante e che terrò con me in eterno”
Autore: 
Pinky
Gli allievi parrucchieri del Faro con il docente Paolo Faina

Vengo dall’India e vi assicuro che nel mio paese ci sono tantissime feste tradizionali. Tante occasioni per riunire la famiglia e celebrare una ricorrenza o un lieto evento. Mi ricordo che prima della festa truccavo le mie zie e facevo loro la messa in piega con la piastra. Invece mia cugina Lipi aveva fatto un corso a Dhaka e mi mostrava come creare bellissime acconciature.
Quando sono arrivata in Italia due anni fa avevo un grande desiderio: entrare in una scuola per parrucchieri. L’organizzazione che mi accoglie “ Be Free”  mi ha parlato del Faro e ho trovato una struttura enorme e molto accogliente. Ma dopo due settimane di corso mia sorella ha avuto un incidente e mia madre ha avuto bisogno di me. Ho avuto paura di perdere tutto e di venire risucchiata ancora dal mio passato. Ma al Faro sono stati molto chiari con me: se mi fossi impegnata con tutte le forze al mio ritorno avrei potuto recuperare le lezioni perdute e avrei continuato la formazione. Ero agitata e confusa ma lo staff mi ha rassicurata e mi ha dato il coraggio per affrontare questo viaggio.
A Calcutta potevo ricevere le mail delle mie compagne di corso e mi sentivo insieme a loro anche quando il dolore si faceva insopportabile. La mia famiglia mi voleva trattenere in India ma mia nonna ha capito che poteva avere fiducia in me: ora posso camminare da sola e posso farcela.
Sono tornata a Roma dopo 3 settimane e l’abbraccio del Faro non lo dimenticherò mai. Sono stata davvero fortunata ad aver incontrato una struttura così affidabile e professionale. Ho potuto completare il corso ed ogni mattina il mio professore arrivava prima solo per me. Perché potessi recuperare e fare pratica.
Ora so bene che il lavoro di parrucchiera è quello che mi dona felicità. Vorrei aiutare la mia famiglia con un lavoro onesto e vorrei un giorno far venire in Italia la mia mamma. Perché conosca la bellezza di un'altra vita e di questa cultura. Perché poi a Calcutta sia serena di sapermi qui, felice e realizzata.
Vorrei concludere la mia esperienza ringraziando tutte le donne straordinarie che ho avuto il privilegio di incontrare al Faro. Le operatrici ma soprattutto le mie compagne di corso, che mi hanno sostenuta e illuminata con il loro coraggio….
Glory mi ha insegnato ad avere fiducia; Giorgia a rimanere tranquilla ; Elise a non arrendermi mai; Blerina ad affrontare ogni paura; Jennifer a sorridere con il cuore; Chiara ad avere più forza e determinazione; Ilaria a sperimentarmi per trovare stima in me stessa; Monique a difendermi consapevolmente senza perdere gli obiettivi…. Tutte le altre colleghe di corso sono state vicine al mio cuore, sempre.
Ringrazio il mio professore Paolo più di tutti per la fiducia e il coraggio che mi ha donato in ogni istante e che terrò con me in eterno.
Grazie Faro!

CONDIVIDI