IL FARO NELLA MIA VITA

05-04-2017
É troppo difficile scrivere questa lettera perche quando l’esperienza è immensamente bella non è facile dire addio oppure finire il cammino...
Autore: 
Heidy Ajcalón López

Da lunedì al venerdì mi svegliavo per prendere il treno e poi l’autobus per raggiungere il Faro e salutare i miei compagni.

Tutto ciò che ho vissuto al Faro mi ha confermato che, ovunque vada, Gesù mi darà sempre un’opportunità di migliorare come persona semplice e professionista, non perché io ho delle abilità particolari ma perché ho degli insegnanti che condividono la loro passione.

In ogni movimento delle mani, in ogni spiegazione fatta da Claudia e Sandro ho scoperto la magia della cucina italiana e la combinazione tra la conoscenza, la materia prima e le migliore tecniche.

Tuttavia alle conoscenze ricevute, che ringrazio con tutto il cuore, ringrazio il fatto di aver trovato delle persone meravigliose, nuovi amici, di aver potuto sentire nuove storie di vita e vivere delle esperienze sia tristi che felici, di aver trovato delle persone che hanno ascoltata la mia storia, che hanno creduto in me e mi hanno insegnato a rafforzare la sicurezza in me stessa, mi hanno fato ricordare che senza l’umiltà non sarò mai felice e che iniziare da zero è un modo di vivere e ringraziare la vita perché sono fortunata.

Attraverso la mia esperienza al Faro ho capito che le regole di vita dei miei genitori mi aiuteranno per sempre a fare un passo avanti nella mia vita ed insieme alle conoscenze uniche che ho appreso al Faro so che seguendo la passione, farò strada. Quest’esperienza mi ha inoltre permesso di crearmi un gruppo di amici ognuno con il desiderio di migliorarsi e lavorare.

Abbiamo sofferto di attacchi di ansia, di disperazione, di sensi di colpa e a volte della sensazione di non aver fatto bene le cose, però so giustamente che quelle sensazioni sono necessarie per cercare l’equilibrio in noi stessi e per migliorare, tutto ciò che abbiamo imparato ci ha aiutato a credere  in noi stessi e da oggi in poi sarà così.

É troppo difficile scrivere questa lettera perche quando l’esperienza è immensamente bella non è facile dire addio oppure finire il cammino, pero voglio ringraziare tutta la squadra del Faro che ci ha permesso di crescere come professionisti e come persone, che ha creduto in noi. . A miei colleghi voglio dire grazie perche nonostante le mie origini mi hanno regalato un sorriso, mi hanno insegnato la dignità che rimarrà per sempre nel mio cuore. A miei insegnati, grazie perché ho visto e vissuto quella meravigliosa qualità di persona siete. Grazie a Claudia e Sandro perché ogni volta che io volevo imparare hanno condiviso con me le loro conoscenze.

Grazie a tutti, grazie a Il Faro.

Parole chiave: 
CONDIVIDI