Il Faro e’ una stella nel cielo di Roma

03-05-2017
La comprensione e l’adattamento ad una società come Roma, piena di ricchezza e di cultura, in questo momento non e’ facile ma l’aiuto della squadra del Faro ha facilitato piacevolmente il mio percorso di integrazione.
Autore: 
Rahmat Khawari
Rahmat con l'educatrice Michela durante la consegna degli attestati.
Il Faro e’ una stella nel cielo di Roma
Nella società di oggi le questioni sull’immigrazione e l’asilo sono diventate argomento del giorno in diversi paesi.
La guerra, la povertà e i problemi socio politici hanno causato grandi movimenti migratori in tutti i territori del mondo. Questo fenomeno ha creato una serie di problemi nelle società ospitanti. Affrontare e sviluppare le questioni legate alla società multiculturale, verso un’integrazione che possa avvenire in modo adeguato alle esigenze di tutti penso comprenda la necessità di riconoscere ed utilizzare al meglio le potenzialità dei rifugiati.
Penso sinceramente che le loro diversità una volta integrate nella cultura che li accoglie ci porteranno ad avere una società più dinamica e concretamente multiculturale.
Il contesto sociale, lo scambio tra culture, l’interesse reciproco tra i rifugiati e la società locale sono i fattori fondamentali per una proficua integrazione e per godere tutti dei suoi benefici.
Uno dei parametri più importanti è il rafforzamento delle capacità sociali e la creazione di condizioni migliori per l’occupazione lavorativa. La lingua italiana ne è il presupposto necessario.
Io sono un rifugiato afghano e vivo a Roma da due anni.
In questo periodo ho avuto una buona opportunità scoprendo la Fondazione Il Faro: qui ci sono corsi di italiano svolti dal Centro Astalli, vari progetti interculturali, corsi di formazione professionale e di orientamento al lavoro. Il tutto rivolto a rifugiati, immigrati e a ragazzi italiani. Insieme per crescere e per imparare .
Il faro ha realizzato le mie capacità personali e mi ha dato una visione migliore del mio futuro.
La Fondazione fornisce un ambiente adeguato e attrezzato di istruzione, utilizzando insegnanti esperti.
Il Centro Astalli, nei locali del Faro, nella prima fase del mio periodo in Italia mi ha aiutato nell’acquisizione della lingua italiana, insieme a tanti giovani migranti provenienti dai vari paesi del mondo.
Tra il corso di italiano e il corso di formazione professionale, ho passato quasi due anni al Faro durante i quali ho imparato l’italiano con l’aiuto delle professoresse Marie Lou, Paola e Rosaria . Ho incontrato la grazia e la gentilezza della responsabile della scuola di italiano di  Astalli, la signora Cecilia, che mi ha aperto una porta nuova sulla mia casa in Italia.
La comprensione e l’adattamento ad una società come Roma, piena di ricchezza e di cultura, in questo momento non e’ facile ma l’aiuto della squadra del Faro ha facilitato piacevolmente il mio percorso di integrazione.
Da molto tempo ero anche affascinato dalle tradizioni della cucina italiana e soprattutto dalla pizza romana. Così quando il Centro Astalli mi ha proposto di partecipare al corso di Operatore della panificazione non ho esitato. E questa scelta mi ha cambiato la vita. Perché con il professor Mikel ho acquisito le capacità professionali e la grande passione necessaria ad orientarmi verso il mercato del lavoro. Ed e’ questo che nobilita veramente un uomo.
Per due mesi ho frequentato tutte le mattine il corso di pizzeria ed ora conosco tante ricette di impasti di pane e pizza italiana, in una varietà di sapori, gusti e colori unici al mondo.
Abbiamo avuto ospiti e simulato le preparazioni di un vero ristorante con i nostri colleghi del corso di barista gastronomo. Tutti momenti piacevoli con il maestro Mikel ed i miei compagni : Alessandro, Danilo, Mirco, Maria, Aiman, Osman, Daniel, Souleyman, Waqas, Vinicio, Jonathan, Thierno, Kochai, Mujtaba e Serigne. Con il prezioso contributo delle tutor Michela e Sara che sempre con gentilezza hanno fornito un ambiente adeguato di apprendimento e fiducia. Creando un clima di collaborazione e amicizia tra gli allievi.
Oggi sto facendo uno stage in azienda finanziato dalla regione Lazio e guardo avanti con la luce del Faro.

 

Parole chiave: 
CONDIVIDI