DIARIO DI UN TIROCINIO

02-03-2018
Una settimana speciale!
Autore: 
Redazione

A fine febbraio abbiamo avuto la fortuna e il piacere di accogliere come tirocinante Carola Foglietti, una giovanissima studentessa italo-tedesca che ha trascorso con noi una settimana nell'ambito di un progetto di formazione al lavoro della sua scuola. Carola, tornata a casa, ci ha inviato una bella mail in cui ha raccontato la sua esperienza qui al Faro.

Dal 19 al 23 febbraio 2018 ho svolto un tirocinio presso la fondazione "Il Faro" a Roma.
La mia prima giornata di lavoro è iniziata alle 09:30, quando sono stata accolta da Gianni del Bufalo il quale mi ha presentato i suoi colleghi, tra cui la mia tutor educatrice Michela Arioni e la responsabile della segreteria didattica Roberta La Marra, che mi hanno seguito durante tutta la settimana. Nel corso della mattinata mi sono state mostrate le classi e le schede personali dei ragazzi che frequentano i corsi offerti in questa sessione dalla fondazione: parrucchiere, barista/gastronomo, cuoco e pizzaiolo. Con l'educatrice sono riuscita a capire l'utenza alla quale si rivolge la fondazione e le differenti situazioni di disagio sociale che vengono prese in carico.
Nel pomeriggio mi sono occupata della compilazione di una lista contenente informazioni riguardanti le competenze e le esperienze pregresse degli studenti. Questo lavoro sarà utile a fine corso per programmare l'inserimento dei ragazzi nei tirocini formativi.
Martedì 20, dopo aver affiancato Michela nell'accoglienza degli allievi e nel verificare le presenze sui registri ho assistito ad un colloquio motivazionale dell'educatrice con una allieva in grande crisi rispetto agli obiettivi del corso.
Più tardi Paolo, l'insegnante che tiene il corso per parrucchieri, mi ha invitato ad assistere a una sua lezione durante la quale mi sono messa a sua disposizione affinché potesse mostrare ai suoi studenti come tagliare i capelli.
Il giorno seguente, mercoledì, ho conosciuto Sara Laurendi, la psicologa, con la quale gli allievi si incontrano  una volta alla settimana.  Ho inoltre assistito alla lezione di Sandro Spigarelli: i ragazzi che studiano per diventare baristi si esercitano ogni giorno a servire i clienti con i prodotti di caffetteria che hanno imparato. Per questo motivo durante la pausa ho potuto ordinare qualche tisana o un cappuccino. Sono stata molto sorpresa nel vedere quanto velocemente gli studenti abbiano fatto progressi nel corso di una sola settimana. 
Il giovedì con l'educatrice e il responsabile didattico abbiamo coordinato il breafing che ogni giorno riporta gli allievi sugli obiettivi raggiunti e le migliori modalità di comportamento e di lavoro in un gruppo classe che vuole crescere, preparandosi al settore professionale in modo adeguato .
L'ultimo giorno ho aiutato la segreteria didattica a compilare dei moduli contenenti il nome di ogni allievo e le schede personali inviate dal responsabile o educatore di riferimento, con indirizzo e-mail dei  centri accoglienza di provenienza degli studenti.
Al Faro ho trovato un'atmosfera davvero accogliente, l'aspetto che più mi ha colpito di questa esperienza è stata la forte motivazione degli studenti  sempre sostenuti dallo staff educativo . Si sono dimostrati sempre molto volenterosi nell'apprendere e nel creare un clima fraterno e collaborativo. I docenti sono abili ad individuare i talenti personali e li sostengono continuamente.
Ho apprezzato molto i momenti trascorsi in compagnia degli studenti e degli insegnanti; Ho conosciuto operatori molto preparati e nello stesso tempo molto disponibili. Trovo che il fare comunità sia un elemento fondamentale all'interno della fondazione e che abbia contribuito a rendere il mio tirocinio una vera e propria esperienza di vita.
Approfitto per ringraziare tutti i miei colleghi del Faro, che si sono dimostrati sempre molto pazienti e disponibili nei miei confronti.
Un caloroso saluto
Carola Foglietti
 
GRAZIE CAROLA! 
 
Parole chiave: 
CONDIVIDI